ANDAF Magazine n.4-2018

Carissime Lettrici, carissimi Lettori,

il periodo estivo si è concluso già da qualche tempo, quanto basta perché i suoi preziosi benefici ci appaiano ormai lontani. Oltre al meritato riposo per molti di noi, il mese di agosto è stato purtroppo scenario per il nostro Paese di eventi dolorosi e drammatici (penso in particolare al crollo del Ponte Morandi a Genova e alle tante vittime che ne hanno pagato il prezzo) che non saranno facilmente dimenticati.

Eccoci comunque pronti alle nuove sfide che ci riserverà l’autunno ormai iniziato, in un quadro economico globale che propone segnali di crescita, anche se con un ritmo che risentirà nel tempo dei prezzi più elevati del greggio. Crescita che appare proseguire anche nell’area Euro, con miglioramenti del profilo dell’inflazione verso livelli che si approssimano al 2% nel medio periodo, seppur in un quadro di incertezza che guarda ai profondi cambiamenti degli equilibri politici e sociali che stanno emergendo con prepotenza in gran parte del Vecchio Continente e che sarà fondamentale misurare nelle ormai vicine elezioni europee di maggio 2019. Di particolare importanza, fra altri elementi di interesse, sarà capire come si muoveranno nei prossimi mesi i tassi di interesse, per gli evidenti effetti sui piani finanziari e di investimento delle nostre imprese.

Nel nostro Paese, in attesa di poter valutare quali provvedimenti saranno varati con la ormai prossima Manovra – in vista della definizione della Legge di Stabilità 2019 – ci auguriamo che la situazione politica italiana possa registrare una graduale stabilizzazione, così da tenere sotto controllo le reazioni dei mercati e rappresentare terreno fertile per una auspicata fase di crescita del sistema Paese, consentendo la concreta attuazione di un piano di interventi di supporto alle aziende, da tempo attesi.

Venendo a noi e alla nostra Associazione, l’autunno appena iniziato ci vede impegnati – come è tradizione – nel dare vita al nostro Congresso nazionale, che quest’anno come è noto accompagnerà la prestigiosa ricorrenza dei primi 50 anni di ANDAF, che intendiamo celebrare con un evento davvero speciale alla vigilia dei lavori congressuali milanesi, nel pomeriggio e nella serata di giovedì 25 ottobre. Non voglio però anticiparvi troppi dettagli e, ai più curiosi, consiglio di consultare – se non ancora fatto – il programma dettagliato dell’evento pubblicato sul nostro sito.

Sarà poi il Pavilion Unicredit ad accogliere, il 26 mattina, nel nuovo e avveniristico centro direzionale di Milano, la due giorni congressuale che ci vedrà impegnati nell’intento di immaginare e disegnare le strategie che potranno portare al successo le nostre aziende nei possibili scenari futuri. Tanti e tutti di grande rilievo i relatori che si avvicenderanno sul palco e che sotto i riflettori metteranno sé stessi, le proprie storie aziendali e professionali, le proprie ricerche, le sfide e le promesse per il futuro, per costruire, tutti insieme, minuto dopo minuto, il quadro che vedremo stagliarsi all’orizzonte, al termine di queste intense giornate. Quali saranno le tinte e i profili che lo caratterizzeranno, potrete scoprirlo solo partecipando a questo che si preannuncia come un Congresso che farà da spartiacque… come d’altronde merita l’occasione unica di poter festeggiare il compleanno della nostra Associazione!

All’evento è dedicato anche questo numero della Rivista che regala qualche anticipazione sui tanti temi che verranno affrontati in questo contesto: si parlerà delle sfide del Management in business sempre più veloci e complessi, dell’agenda per l’innovazione manageriale indispensabile per affrontare le sfide del futuro, si approfondiranno i dettagli della nuova relazione di revisione oltre ai driver di successo delle PMI italiane, e ancora si parlerà di gestione digitale integrata e dell’evoluzione della nostra professione che porterà alla nascita di nuovi CFO sempre più rivolti al futuro e sempre più alle prese con l’Innovazione.

Vi lascio quindi alla lettura di ANDAF Magazine ma, prima di salutarvi, permettetemi di ringraziare tutti i Soci per la condivisione degli obiettivi e delle attività della nostra Associazione, che vedono ogni triennio il compimento del percorso di rinnovo delle Cariche Sociali culminare prima della pausa estiva, con l’approvazione dell’Assemblea dei Soci.

Vi ringrazio tutti, singolarmente, e mi auguro che sempre più numerosi vorrete partecipare alle nuove sfide e operare attivamente alla vita di ANDAF, per la crescita e l’evoluzione della nostra professione. Desidero anche esprimere i miei più sentiti complimenti alla nuova Compagine Sociale che si è insediata per il prossimo triennio alla guida dell’Associazione e, soprattutto, ringraziare i Consiglieri e Sindaci uscenti che, per i troppi impegni professionali sono stati costretti a non ricandidarsi. Accolgo inoltre, con un sincero e forte abbraccio di benvenuto i nuovi Consiglieri e Sindaci che hanno assunto un incarico che ci vedrà lavorare insieme fino alla Primavera del 2020.

E, infine, il mio grazie personale ai Consiglieri tutti, che hanno voluto confermare il sottoscritto – insieme ai due Vicepresidenti Massimo Campioli e Carmine Scoglio – al vertice di ANDAF per il prossimo triennio.

Concludo dedicando a voi tutti, come augurio per il nostro futuro, questa frase di Henry Ford con la quale vi saluto, dandovi appuntamento a Milano per il XLI Congresso ANDAF: «Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme un successo!».

 

Il documento correlato è riservato ai Soci ANDAF, per consultarlo si prega di effettuare il Login